Previsione della nuova stagione olivicola 2017, secondo Francesco Gradassi titolare della Marfuga

Gentili clienti,

è proprio vero che oramai ci stiamo abituando , che l’eccezione non è più un eccezione ma sta diventando una regola!
Mi spiego meglio,, oramai ogni anno in olivicoltura come in altre culture , probabilmente a causa dei mutamenti climatici, è sempre più difficile ottenere dei proficui ed abbondanti raccolti.
La coltivazione dell’olivo ha bisogno , durante tutto l’anno, oltre alle normali pratiche di potatura e concimazione, di mirate e numerose operazioni per poter ottenere olive di qualità.
Anche quest’anno, sarà certamente un anno anomalo ed il nuova produzione 2017,che ci apprestiamo a raccogliere subirà certamente un calo dovuto alle alte temperature, circa 40° nel mese di giugno, periodo della fioritura, ed a causa della grande siccità di luglio ed agosto.
Le pratiche agronomiche particolarmente costanti e mirate, con irrigazioni nebulizzate , mi hanno permesso di salvare una buona parte della produzione! Le alte temperature, hanno comunque tenuto lontano dagli oliveti, malattie fungine e soprattutto attacchi parassitari !
La qualità , quindi, si preannuncia altissima !
Inoltre il forte stress idrico, che sembrava irrimediabile, è venuto meno anche grazie alle buone e proficue piogge di settembre che hanno permesso una reidratazione riportando vigore nei frutti.
Il tutto si ripercuoterà in lavorazione , con olive più polpose e sicuramente con una alta carica fenolica che determinerà l’alta qualità della produzione 2017.
Ne sono certo!
Buon lavora a tutti, frantoiani e produttori!

Francesco Gradassi

Questo elemento è stato inserito in News. Aggiungilo ai segnalibri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *